Atalanta Milan, la conferenza stampa di Gasperini

ATALANTA MILAN/ Christmas match davvero particolare per l’Atalanta, che chiuderà questo 2019 in casa contro il Milan dei tanti ex Bonaventura, Kessie, Conti e Caldara. Un match che Gasperini non vuole perdere, anche perché non si fida affatto della posizione di classifica dei rossoneri, dietro di 7 punti, ma già capaci la scorsa stagione di fare bottino pieno all’Atleti Azzurri.

Ecco le parole di Gian Piero Gasperini alla vigilia della sfida di domani del Gewiss Stadium.

ILICIC – “Ilicic si è ripreso, ha fatto una buona settimana e sarà disponibile. La partita di domani sarà importante, una grande del nostro campionato, rimane una squadra di assoluto valore. Siamo in una fase in cui dobbiamo fare dei punti, visto che non ci sono altri impegni. Abbiamo fatto un ottimo periodo, domenica a Bologna abbiamo perso una partita da non perdere assolutamente. Ormai è andata, dobbiamo cercare di recuperare quello che abbiamo perso“.

.

CINISMO- Abbiamo creato tanto anche a Bologna, è difficile anche commentare certi episodi. Affrontiamo il Milan pensando di affrontare una squadra forte, dobbiamo mettere tutta l’attenzione sul campionato che diventa fondamentale. La Champions ha creato molto entusiasmo, poi ci sono state molte assenze. Cercheremo di recuperare tutti, se ci siamo tutti siamo tranquilli. Abbiamo più soluzioni, la squadra è in una buona posizione. Abbiamo bisogno di riprendere una marcia più spedita e spostare l’attenzione sul campionato che ci aiuterà a tornare in Europa, a meno che non vinceremo la Champions (ride, ndr)“.

PAPU E ZAPATA- “Gomez si è allenato bene, ha accusato una forte contusione. Non c’è stato il tempo di recuperarlo per il Bologna. Zapata ha iniziato da poco, sfrutterà questa sosta per ritornare. Ha bisogno di iniziare a muoversi. In questi dieci giorni dovrà cercare di recuperare, è stato fermo davvero tanto. Tra una cosa e l’altra quasi tre mesi, è un infortunio che si è portato tantissimo. Adesso si comincia, siamo tutti fiduciosi: è un giocatore per noi importante. Questo è quello che possiamo chiedere al 2020, avere meno infortuni di questo genere

BILANCIO POSITIVO- Rimane un anno straordinario, per tutte le prestazioni e i risultati, anche per gli apprezzamenti ricevuti. Non è stato un anno casuale, mi sembra che l’Atalanta possa ragionare anche nel 2020 su questa base, per essere competitivo. È un obiettivo, la squadra può programmare bene il suo futuro. È una società che è cresciuta molto, l’esperienza in campo internazionale ha fatto bene a tutti. In questo senso, con tutta l’umiltà, si può avere l’ambizione di continuare a giocare per certi obiettivi“.

 

SUGLI EX- “Ci sono tre giocatori che ci hanno dato tantissimo nel primo anno. Kessié, Caldara e Conti appartengono al periodo in cui è iniziato il ciclo, sono contento per Conti che sta tornando a giocare. Kessié è un Dio, è sempre fortissimo. Sono contento anche per Caldara, spero che sia uscito fuori dal tunnel. Domani è una partita importantissima, ci saluteremo prima e dopo. Poi si andrà sulla propria strada“.

 

SU MURIEL- Ha fatto una buona partita anche a Bologna, ha avuto possibilità di giocare con continuità. È mancato nella realizzazione, ma credo che domenica con il Bologna un po’ tutti hanno sciupato occasioni. Non è un problema del singolo. Domani dobbiamo giocare nel modo migliore, sarà una partita combattuta“.

 

Articolo precedenteFiorentina, UFFICIALE: esonerato Vincenzo Montella
Articolo successivoManchester City Sane avrebbe chiesto di essere ceduto al Bayern Monaco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui