ATALANTA-LEVERKUSEN GASPERINI –

Vigilia della finale di Europa League e Gian Piero Gasperini ha parlato ai microfoni Sky Sport da Dublino. Il tecnico dell’Atalanta è consapevole di affrontare un Bayer Leverkusen imbattuto:

Felice del percorso fatto, speranzoso di poter chiudere nel modo migliore. Abbiamo la sensazione che c’è tanta gente che tiferà per noi, non solo magari per proprio tornaconto ma rappresentiamo l’Italia, è una motivazione in più“.

La Roma contro il Leverkusen:E’ andata vicina a superare il turno, poi la partita ha preso pieghe diverse e sono stati capaci di ribaltare il 2-0 dell’andata. Sono state partite equilibrate dove la Roma ha fatto sicuramente bene“.

Giocare senza pressione e con un po’ di incoscienza:Ne abbiamo giocate tante importanti, alcune non sono andate bene e altre erano comunque da dentro-fuori anche se non finali. Quando poi non arriva il risultato, magari si dice che non hai esperienza“.

L’assenza di De Roon:Dispiaciuto per la sua carriera, per il suo trascorso nell’Atalanta e per tutto quello che ha fatto per arrivare a questa finale. E’ un ragazzo che non si è quasi mai infortunato, il primo proprio alla vigilia di questa gara“.

Il Bayer Leverkusen:Una squadra indubbiamente forte, i risultati, la capacità di variare non solo in attacco. Cercheremo di prendere le contromisure migliori ma anche noi abbiamo una capacità di stare in campo, di tenere le posizioni e creare le nostre situazioni“.

Gasperini conclude: “Abbiamo la convinzione di aver fatto un percorso veramente buono che ci ha portato ad affrontare tante partite diverse e con squadre veramente forti, importanti. Questo ci ha dato consapevolezza di quello che dobbiamo cercare di portare in campo, ci saranno le energie giuste per poterlo fare. E’ rimasto un pò l’amaro in bocca per la finale con la Juventus, credo sia stata una prestazione non solita dell’Atalanta ma anche figlia di alcune situazioni che si sono create nell’ultima settimana e spero che domani non sarà così“.

PREMIER LEAGUE MAN CITY CAMPIONE –

OLTRE AD “ATALANTA-LEVERKUSEN, GASPERINI…“, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:
  1. Sassuolo-Cagliari 0-2, è salvezza: Prati sblocca e Lapadula chiude affondando i neroverdi
  2. Sassuolo-Cagliari, Ranieri: “Rendere orgogliosi i tifosi, in tanti al Mapei un vantaggio. La non contemporaneità…”
  3. Milan-Cagliari 5-1: Bennacer-Pulisic, accorcia Nandez e poi goleada rossonera
  4. Liga, Real Madrid campione 2023/24: ottenuta l’aritmetica, testa alla Champions
  5. Verona-Fiorentina 2-1: apre Lazovic, risponde Castrovilli ma ci pensa Noslin
  6. Bologna, Motta: “Scritto la storia, nessuna pressione e ossessione, proveremo per la Champions”
  7. Roma-Leverkusen, De Rossi: “E’ l’anno loro, ne usciamo tutti insieme”
  8. Marsiglia-Atalanta, Gasperini: “Risultato importante ma a Bergamo…”
  9. Inter, Bastoni: “Sento di ripagare questo affetto, ancora fame. Inzaghi, Sommer, Thuram…”
  10. Parma promosso in Serie A: Pecchia può festeggiare
  11. Marotta: “Evoluzione, non rivoluzione e nessuna ansia da scadenze”
  12. Aston Villa-Emery allineati e ancora insieme: niente Milan
  13. Liga, 32esima: Clásico al Real che attende solo l’aritmetica, storico Girona in Europa
  14. Bundesliga, Bayer Leverkusen campione: rotta l’egemonia Bayern
  15. Liverpool-Atalanta 0-3, Gasperini: “Molto felici”. Scamacca: “Notte fantastica ma non basta”
  16. Liverpool-Atalanta, Klopp: “Gasperini ha idee che mi piacciono, sa come organizzare una squadra”
  17. Fiorentina-Atalanta, Gasperini: “Coppa Italia più fattibile ma non indispensabile per certificare il lavoro”
  18. Spareggi Euro 2024, ecco le ultime partecipanti: Georgia, Polonia e Ucraina
  19. Barcellona, Xavi: “Lavoro non apprezzato nel quotidiano”. Al successore: “Divertiti, impossibile”
  20. Panchina d’oro, Spalletti: “Evoluzione continua, spero possano vincerla anche tanti altri bravi”
  21. Liverpool, intervista Klopp: “Amo tutto qui e non allenerò altro club inglese, mi fermo almeno un anno. Vorrei…”
  22. Morte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
  23. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non  una soluzione
  24. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
Articolo precedenteJuve, pressing per Di Gregorio. Ma prima…
Articolo successivoIl Monza ha scelto: sarà Nesta il successore di Palladino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui