Atalanta Gasperini – Nei giorni scorsi, l’allenatore dell’Atalanta Gasperini ha dichiarato di essere risultato positivo al Coronavirus e di accusare dei sintomi già durante la partita contro il Valencia. Dopo l’intervista è arrivata la risposta della società spagnola attraverso un comunicato stampa in cui si diceva sorpresa della presenza dell’allenatore nonostante il suo stato influenzale. Oggi, ai microfoni di Sky, l’allenatore dell’Atalanta ha risposto alle accuse mosse dal Valencia. Di seguito le sue dichiarazioni riportate da goal.com:

“E’ una polemica molto offensiva, io ho rispettato tuti i protocolli. Sono stato in quarantena finchè non siamo tornati ad allenarci, l’ho scoperto a maggio, mi sono guardato indietro e ho pensato di aver avuto il malessere in quella circostanza”.

E ancora:
“Non ho mai avuto febbre nè problemi polmonari, quando sono partito da Bergamo stavo bene. Il problema l’ho avuto la sera e il giorno dopo e quelli successivi a Zingonia, ma che sia stato dovuto a quello l’ho supposto”.

Gasperini, inoltre, ha parlato della ripresa del campionato:
“Gli stimoli saranno molto forti, era una stagione entusiasmante spezzata da una tragedia mondiale e in particolare Bergamo e Brescia. Abbiamo pagato tutti, per questo certe polemiche fanno ancora più male”.

Tuttavia, sarà un ritorno a porte chiuse.
“Giocare senza pubblico toglie tanto, ma è un’emergenza che stiamo provando a tamponare per far ripartire il calcio che è un’industria. Sarà diverso rispetto a prima, giocare col caldo, le 5 sostituzioni. Non dovremo crearci alibi e sapere che è così e fare il meglio possibile”.

Firmerebbe a vita con l’Atalanta?
“Il legame è già molto forte, nel calcio i contratti a vita non esistono, ma c’è la voglia di continuare a vivere un momento interrotto con dolori e migliaia di morti. Stiamo cercando di ripartire. Speriamo di poter far festa coi tifosi, vorrebbe dire che è ripartito un po’ tutto: speriamo che questo maledetto virus venga debellato definitivamente. La speranza è tornare alla normalità”.

Articolo precedenteBundesliga recupero 24 giornata: l’Eintracht passeggia a Brema
Articolo successivoClamoroso dalla Germania: Werner sarebbe ad un passo dal Chelsea

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui