[df-subtitle]Le parole del mister atalantino alla vigilia della sfida con il Sarajevo[/df-subtitle]Giornata di conferenza stampa per il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini, che domani affronterà a Reggio Emilia, il Sarajevo, per l’andata del preliminare di Europa League.

Il mister nerazzurro  ha invitato tutto l’ambiente a non sottovalutare la squadra bosniaca: “Domani non si tratta di un amichevole, si gioca un partita di qualificazione con risvolti difficili. La prima partita è sempre un incognita, c’è curiosità e incertezza. La squadra comunque ha lavorato bene in questi giorni. Sarà subito decisiva, ma questo non deve modificare il modo di giorcare nei centottanta minuti. Il Sarajevo gioca un calcio offensivo, sono dotati fisicamente e hanno giocato più di noi. Sono gare insidiose. L’approccio sarà buono visto che vogliamo giocare ancora in Europa. Servirà molta attenzione“.

Sulla formazione: “Barrow ci sarà, anche perchè sta facendo cose fantastiche, ormai è un punto di forza. Papu è partito alla grande, in avanti ci affidiamo alle certezze. Non ci saranno Ilicic e Freuler, ma useremo la nostra rosa per sopperire alle assenze”. 

Sull’ultimo arrivato Pasalic: “Non so se devo aspettarmi altri arrivi. Oggi ha svolto le visite mediche e per questo turno non sarà a disposizione. Arriviamo un pò in ritardo a questa partita ma questo non deve essere un alibi. Non dobbiamo essere presuntuosi, partite semplici non esistono, ma i ragazzi sono molto concentrati e daranno il massimo“.

Articolo precedenteMercato Genoa, fatta per Favilli dalla Juventus
Articolo successivoRoma, tutti i nomi del dopo Malcom: Monchi punta Thauvin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui