Ancelotti: “Grato a Zidane. Italia violenta, meglio l’Inghilterra”

Ancelotti: “Grato a Zidane. Italia violenta, meglio l’Inghilterra”

Un curriculum che lo pone tra i grandi allenatori dell’epoca moderna eppure Carlo Ancelotti è uno a cui piace mettersi sempre in gioco. Lo dimostrano le ultime scelte della sua carriera. Prima il Napoli ora l’Everton, dopo aver vinto davvero tutto e allenato alcuni tra i più grandi club della storia della storia del calcio: Juventus, Milan, Chelsea, PSG, Real e Bayern Monaco.

In un’intervista esclusiva per Sky Sports UK a Jamie Carragher Ancelotti spiega alcune curiosità sulla sua carriera da allenatore. «Grazie a Zinedine Zidane ho iniziato a cambiare modo di disporre i miei uomini in campo, soprattutto a centrocampo», racconta il tecnico emiliano. «Prima di ZIdane alla Juventus ho avuto un altro grande numero 1o, quando allenavo il Parma: Zola. All’inizio usavo solo il 4-4-2, niente trequartista e quindi nella prima partita del  ho provato a mettere sul lato destro da ala. Non gli piaceva molto, secondo me ha fatto bene, ma lui voleva giocare nel mezzo. Ma con Crespo e Chiesa davanti, ho trovato spazio per lui sol sul lato destro. lui ma non era così felice e se n’è andato al Chelsea e ha fatto bene».

Poi arrivò la Juve e Zidane e Ancelotti dice: «Con Zizou ho cambiato la mia filosofia di gioco: 3-4-1-2 con Del Piero e Inzaghi davanti e Zidane trequartista. L’anno dopo difesa a 4 ma sempre due punte e Zidane dietro. La Juventus è stata un’esperienza fondamentale perché ho avuto modo di capire come lavora un club e come deve lavorare un manager. Da quel punto di vista la Juventus mi ha dato un grande supporto ed è stata un’esperienza fondamentale».

Sul Milan: «Conoscevo l’ambiente e questo mi ha aiutato. Gestivo giocatori di cui ero stato compagno di squadra. E questo è stato fondamentale perché a Milano mi sentivo come a casa, come in una grande famiglia. La finale di Champions contro la Juventus non fu una vendetta, ma semmai il mio primo grande trofeo e quindi una grande soddisfazione».

Sul Chelsea: «Il secondo anno è stato molto difficile, ma il primo fu fantastico. Dopo aver vinto la Premier e la Coppa d’Inghilterra puntavamo alla Champions, ma andò come andò. Il Chelsea resta comunque un grandissimo club. E lasciatemi dire due parole su Drogba: giocatore eccezionale, persona fantastica».

E a proposito di Chelsea, due parole anche per Frank Lampard. «Non sono sorpreso di vedere Frankie come manager perché come giocatore Frank aveva fantastiche qualità tattiche. Sto aspettando Terry come manager, ora è un assistente, ma penso che entrambi abbiano le qualità per essere ottimo allenatori».

Sul confronto tra Italia e Inghilterra Ancelotti sostiene che: «Qui in Inghilterra c’è meno pressione da parte dei tifosi, l’atmosfera è nettamente migliore. Quando sono tornato in Italia dopo nove anni ho notato che il clima non era cambiato, stessa pressione. I tifosi sono violenti. Il calcio italiano sta provando a cambiare ma non è facile cambiare cultura di un paese in cui purtroppo vi sono ancora violenze e aggressioni. Qui in Inghilterra le persone allo stadio sono molto più rispettose».

Infine due parole anche sul Real Madrid e Cristiano Ronaldo: «Penso che quando sei un manager, devi provare a gestire il Real Madrid un giorno nella tua vita. Ho trascorso due anni lì ed è stata un’esperienza indimenticabile perché penso che il Real Madrid sia il miglior club al mondo. Ovunque andassimo, in ogni paese, tutti ti tifano, ti aspettano, vogliono vedere il Real Madrid giocare. Per Ronaldo vale la stessa cosaa che valeva per Zidane: non puoi costruire delle tattiche rigorose, soprattutto difensive attorno a giocatori così. Devi lasciarli liberi di esprimers

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/europac3/public_html/wp-content/themes/trendyblog-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply