Ancelotti parla in conferenza stampa prima della partita di Europa League, che vede il Napoli impegnato contro il Salisburgo al S.Paolo.

  • Carlo Ancelotti apre la conferenza: “Sensazioni rispetto alla Juve? L’ambiente è sereno, siamo concentrati. Come contro la Juve la partita è importante, delicata. Vedo una squadra consapevole, che sa quello che deve fare. La partita non sarà semplice, di un profilo diverso rispetto alla Juventus. Ci dobbiamo preparare sapendo che è una qualificazione e non sarà decisiva, sarà importante e vorremo indirizzarla. Questa è una squadra che tiene i ritmi alti, fa un calcio verticale e noi dovremo essere pronti”.

 

  • Piotr Zielinski: “Momento migliore a Napoli? Il gruppo è sereno, ci siamo allenati bene. E’ una partita molto importante per noi. Dobbiamo essere concentrati e non sottovalutare gli avversari. E’ un’ottima squadra. Sono contento della mia condizione, posso migliorare ancora”

 

  • Zielinski, cosa cambia da Sarri ad Ancelotti: “Ringrazio Ancelotti per la fiducia che mi sta dando, sono cambiate tante cose rispetto alla vecchia gestione”

 

  • Ancelotti su Insigne: “Non gli ho parlato, non pensavo ce ne fosse bisogno. Solo chi tira i rigori li può sbagliare, lui la responsabilità se l’è sempre presa e se la continuerà a prendere”

 

  • Ancelotti: “Europa League più competitiva, ci sono molte squadre che hanno giocato la Champions League. Il livello tecnico è quasi paritario, cambia l’attenzione verso questa competizione da parte dei media. E’ ancora inferiore, ma per noi cambia veramente poco. Se guardiamo gli ultimi vincitori, Manchester United e Atletico, sono squadre annoverate tra le top d’Europa”

 

  • Ancelotti: “Nessun rischio che ci siano scorie rispetto alla Juve. Nemmeno a livello psicologico, dispiaciuti per il risultato, ma va al di là delle prestazioni. Dobbiamo cercare di limare i piccoli errori che sono stati fatti con la Juve, ma la prestazione ha mostrato una squadra in salute e motivata”. 

 

  • Zielinski sul rinnovo“Io sto bene a Napoli, di questo si occupa il mio procuratore. Rimarrei per altri cinque anni. Voglio dare tutto per questa squadra”

 

  • Ancelotti“Siamo rammaricati per il risultato contro la Juve, ma ci sono margini di miglioramento. Mi piace come stiamo giocando. Dobbiamo raccogliere quanto prodotto”. 

 

  • Zielinski“Devo migliorare sotto la porta, nell’ultimo passaggio e in alcune scelte. Ci manca qualcosina ancora, ma anche un po’ di fortuna. Spero di esprimere il mio potenziale al massimo”. 

 

  • Ancelotti“Il fattore campo va sfruttato. E’ una squadra il Salisburgo che gioca in modo molto aggressivo, sfruttano il contropiede. Dobbiamo fare una partita intelligente. Giocando in casa dobbiamo comandare il gioco con attenzione alla fase difensiva per evitare sorprese”

 

  • Ancelotti su Ghoulam: “Viene fuori da un infortunio, è rientrato ad ottobre. Non ha giocato con continuità, ma la sua condizione è in crescita. E’ un giocatore disponibile per giocare”. 

 

  • Zielinski sui pali: “Imprecisione e un po’ di sfortuna. Dobbiamo continuare a lavorare”

 

  • Ancelotti“Cultura sportiva? Perchè conta solo il risultato? Dovreste rispondere voi giornalisti a questa domanda”. 
  • Ancelotti: “Statistiche? La prima cosa che mi viene da dire essendo a Napoli è San Gennaro non ci sta aiutando (ride, ndr). Ma San Gennaro ha altre cose a cui pensare, quindi dobbiamo solo migliorare”

 

  • Ancelotti sul VAR: “La discrezionalità è stata croce e delizia degli arbitri. Purrtroppo diventa un fatto soggettivo, con il VAR si sta cercando di dare oggettività all’episodio. Ma è complicato se c’è il concetto di volontarietà ed involontarietà. Al momento per come è utilizzata c’è qualche scompenso. Il VAR resta un elemento molto utile”. 
  • Zielinski: “Tatuaggio in caso di vittoria di Europa League? Non credo, devo chiedere a mia mamma: mi disse che m’avrebbe cacciato di casa se me ne fossi fatto uno (ride ndr)”
  • Ancelotti: “Abbiamo vinto partite importanti, abbiamo lottato contro squadre importanti facendo la nostra figura. Quesrta squadra ha dimostrato di essere competitiva in Europa. Adesso dobbiamo cercare di concretizzare di più ciò che creiamo. Sono convinto che la partita d’andata non è decisiva, ma indirizzerà la qualificazione”.  

 

  • Zielinski: “Io leader del futuro? Non è perchè non c’è Hamsik, il motivo del mio miglioramento non è questo. Dobbiamo essere una squadra di unita, io cerco di aiutare nel migliore dei modi”. 

 

  • Ancelotti: “Napoli come modello Ajax? Il Napoli deve ispirarsi al proprio modello. L’Ajax cresce giovani e non ha problemi a lasciarli andare. Il Napoli invece cerca di tenerli quelli bravi. il Real Madrid? I cicli finiscono sempre. C’è la tendenza a guardare tutte le cose negative… Ma comunque ha vinto quattro Champions League, se bisogna pensare che bisogna arrivare a prendere 4-1 dall’Ajax dopo quattro Champions, allora ci può stare…”

 

  • Ancelotti, battuta finale: “Uno che gioca sicuro? Posso dirvi uno che va in panchina: io!” (ride ndr)

Grazie a CalcioNapoli24

Articolo precedenteReal, Marcelo verso l’addio: ecco il post della moglie
Articolo successivoUfficiale: dalla prossima stagione Stam allenerà il Feyenoord

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui