Amuneke Osimhen: “Napoli ottima destinazione, Victor vuole vincere sempre” – ESCLUSIVA EC

Amuneke Osimhen: “Napoli ottima destinazione, Victor vuole vincere sempre” – ESCLUSIVA EC

AMUNEKE OSIMHEN – Si fanno sempre più fitte le voci attorno alla trattativa del Napoli per Victor Osimhen. L’attaccante nigeriano classe 1998, in forza al Lille – con cui in questa Ligue 1 2019/2020 ha realizzato 13 gol in 27 presenze -, è visto dalla dirigenza partenopea come il profilo perfetto per sostituire Arek Milik, sempre più sul piede di partenza.

Osimhen Mazzu

La sua esplosione in Europa era iniziata la scorsa stagione, quando vestiva la maglia dei belgi del Charleroi, precisamente sotto la guida di Felice Mazzù.

Tuttavia, il vero mentore calcistico del centravanti africano è stato Emmanuel Amuneke, ex attaccante nigeriano che durante il lunga carriera ha indossato anche la maglia del Barcellona nel triennio 1997-2000. Da luglio 2014 a novembre 2017 ha allenato Osimhen nella Nigeria Under 17.

AMUNEKE OSIMHEN – Proprio alla guida delle Super Eagles a novembre 2015 ha conquistato l’eccezionale traguardo della vittoria dei Mondiali disputati in Cile. Decisiva la vittoria in finale sul Mali per 2-0, preceduta da un’incredibile cavalcata.

Uno dei migliori di quella rosa era proprio Osimhen, il quale vinse l’ulteriore premio individuale della Scarpa d’oro: con 10 gol si laureò capocannoniere del torneo. All’epoca militava ancora tra le fila dell’Ultimate Strikers Academy, squadra di Lagos, circa dodici mesi più tardi approdò in Europa, precisamente ai tedeschi del Wolfsburg.

AMUNEKE OSIMHEN

In una recente intervista al canale Youtube “Nigeria Super Eagles”, Victor ha rimarcato l’importanza di Amuneke nel suo percorso calcistico: “All’inizio pensavo di non piacergli: mentre ero in campo mi parlava e mi urlava sempre. Una volta volevo lasciare il terreno di gioco, ma il coordinatore mi disse che Emmanuel sapeva quella che stava facendo. Quando intraprendi questa strada, la disciplina è una delle cose più importanti. E anche per questo sono felicissimo di aver lavorato con mister Amuneke, gli devo quasi metà del mio successo“.

AMUNEKE OSIMHEN – Per parlare e conoscere meglio il talento del Lille, “Europa Calcioha contattato lo stesso Emmanuel Amuneke, che ora lavora per la società egiziana dell’El-Makkasa.

Cosa pensa di questo sempre più probabile trasferimento in azzurro?

Napoli sarebbe un’ottima destinazione per Victor: sta migliorando stagione dopo stagione. Prima al Charleroi, poi al Lille e ora potrebbe andare in una grandissima realtà. Parliamo di un club con una grande storia, e la squadra ogni anno gioca in Europa“.

In questi giorni, però, il suo nome è stato accostato anche ad alcuni club, Liverpool su tutti.

Non so nulla di queste voci, ma tengo a ribadire che il Napoli è una squadra molto importante, tra le migliori del continente. Per cui spero davvero che firmi per il club di De Laurentiis. Sono molto felice di questo suo percorso, e gli auguro solo di proseguire in questa direzione“.

Lei lo ha allenato in quella Nigeria Under 17. Quali sono le migliori qualità di Osimhen?

E’ un attaccante veloce e può segnare in ogni modo, sottoporta è letale. Io l’ho incontrato per la prima volta che era un ragazzino, e doveva ancora migliorare in tanti aspetti“.

Lo stesso attaccante, in una recente intervista, ha dichiarato che quando era in campo lei gli parlava e lo richiamava molte volte.

Confermo, ero il suo allenatore e avevo una importante responsabilità su di lui e su tutti gli altri suoi compagni di squadra. La disciplina e il giusto comportamento, in campo e fuori, sono fattori determinanti, era mio dovere trasmettere e insegnare questi principi ai ragazzi. Ho giocato in diversi club, tra cui il Barcellona, e so benissimo cosa voglia dire“.

I più paragonano Osimhen a Drogba. Concorda su tale similitudine?

No, perché Victor è ancora giovane e deve imparare ancora molto. Più che fare il paragone, spero tanto che lui possa diventare ancora più forte dello stesso Drogba“.

Ricorda un momento particolare con lui?

Uno in particolare no. Come dicevo prima, lo conobbi che aveva 17 anni. Ho cercato di corregerlo e di aiutarlo a crescere. Victor è uno che vuole vincere sempre, detesta la sconfitta“.

A Napoli troverebbe Gattuso come allenatore. Che idea ha di Rino?

Da giocatore è stato un grandissimo, sia al Milan che in Nazionale. Lo stesso sta facendo ora da allenatore, è un tecnico di tutto rispetto. Così come lo è la rosa del Napoli, che ha ottimi giocatori come Mertens e Callejon“.

Come accennava prima, lei ha giocato nel Barcellona, che in Champions sfiderà proprio i partenopei. Cosa sta succedendo alla squadra di Setien?

Credo che il periodo di stop causato dal coronavirus abbia inevitabilmente cambiato alcune dinamiche. Tutti sono dovuti di fatto ripartire da capo, e questo non può non aver inciso. A ogni modo, il Barca rimane una grandissima squadra e con una mentalità vincente. Al San Paolo abbiamo assistito a un grandissimo match. Sarà interessante il ritorno, perché il Napoli giocherà per dire la sua e provare a qualificarsi“.

Per concludere, ha un consiglio da dare a Osimhen?

Nessun consiglio, lui sa benissimo cosa deve fare. Dal canto mio, gli auguro solo il meglio“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/europac3/public_html/wp-content/themes/trendyblog-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply