Ancora quattro partite e poi si conoscerà il futuro di Keita Balde: sarà ancora nerazzurro o tornerà in Francia al Monaco? Dopo un inizio complicato, il senegalese si era ripreso verso la fine del girone di andata a suon di gol e ottime prestazioni. Poi di nuovo il nulle, complici infortuni e un ritrovato Ivan Perisic.

Mai titolare ad aprile, 49′ giocati complessivamente in quattro gare (Genoa, Atalanta, Frosinone, Roma) e panchina per l’intero match con la Juventus. Spalletti non lo vede e il riscatto al termine del prestito sembra sempre più complicato. Ausilio e Marotta hanno le idee chiare, non c’è l’intenzione di versare al Monaco i 34 milioni di euro pattuiti per l’opzione di acquisto a titolo definitivo, una cifra che peserebbe in maniera importante sulle casse dell’Inter. Tuttavia non è ancora detta l’ultima parola.

E il perché è presto detto. Se è vero che non si vuole spendere cifre esorbitanti per l’ex Lazio, è altrettanto vero che avere in squadra uno come lui può comunque far comodo. Keita vuole restare e si proverà ad accontentarlo. Come? Semplice: inserendo nella trattativa delle contropartite tecniche gradite ai monegaschi.

Chi? Miranda e Candreva. Il brasiliano piace ai francesi da tempo, mentre l’ex azzurro già a gennaio aveva avuto la possibilità di trasferirsi al Monaco ma alla fine saltò tutto. Ora la trattativa potrebbe riaprirsi. Ancora poche settimane il puzzle verrà completato.

Articolo precedenteHamsik e la sua avventura in Cina: “Faccio fatica a comunicare con i compagni”
Articolo successivoEriksen-Real Madrid, Berbatov: “Levy non farà sconti per il danese”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui