AGENTE MCKENNIE – Uno degli uomini del momento in casa Juventus è Weston McKennie, centrocampista statunitense di 22 anni e giunto in estate dallo Schalke 04. Sabato pomeriggio ha segnato il gol del provvisorio 1-1 nel derby della Mole (prima del definitivo 2-1 di Bonucci), mentre martedì ha aperto le danze nella strepistosa vittoria al Camp Nou. Al momento ha totalizzato 11 presenze e 2 marcature.

AGENTE MCKENNIE – In esclusiva a “Europa Calcio è intervenuto David Müller, agente del calciatore classe 1998, che partita dopo partita sta sempre più conquistando i cuori dei tifosi bianconeri.

Che ragazzo è McKennie?

Molto semplice e responsabile, in ogni partita sa cosa e come deve fare, anche quando gioca bene e quando gioca meno. Contro il Benevento era rimasto in panchina, gli ho detto di avere pazienza perché conosce molto bene le sue qualità, e infatti ha segnato 2 gol importanti e decisivi“.

I primi due con la Juventus.

E’ molto contento alla Juve. Gli piacciono il tecnico Pirlo e più in generale il club – di una grandezza incredibile – e l’ambiente. Ovviamente anche i suoi compagni di squadra sono molto in gamba. Weston ha poi una grande personalità: come mostra il suo ultimo spot sui canali bianconeri, quando può scherza, ma quando si allena e durante ogni partita è serissimo: non ho mai visto un giocatore in grado di cambiare a 180^ così velocemente quando scende in campo.

Non mi hanno nemmeno sorpreso queste due reti. Una partita come quella del Camp Nou, dove il gioco e gli spazi sono molto più aperti rispetto ad esempio alla gara di Budapest contro il Ferencvaros, è perfetta per lui“.

C’erano altri club sulle sue tracce?

Certamente. Non posso dire quali, ma erano tre di Bundesliga e alcune società di Premier. McKennie è un giocatore fisico e il classico centrocampista moderno box-to-box, giocatori come lui sono di solito molto richiesti in Inghilterra, meno in campionati come Serie A o Liga, basate più sulla tattica e sul possesso palla. A ogni modo, quando un club come la Juventus chiama è impossibile dire di no. Stavano cercando un giocatore con le sue caratteristiche, anche Pirlo è stato molto importante nella sua scelta“.

Alcuni paragonano il suo assistito a Vidal, è d’accordo?

Vorrei dire di sì. Weston può giocare un buon ruolo offensivo con i suoi inserimenti in area, ma al contempo corre tanto, difende e vince palloni. Al di là dei paragoni, vuole scrivere la sua storia“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.IT 

 

LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteIntervista a Francesco Garagozzo: “Scudetto? Milan in grande forma. Maradona e Rossi, due gravi perdite…” – ESCLUSIVA EC
Articolo successivoMilan agente Tonali: “ama il Milan, sarà un senatore rossonero”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui