AGENTE LUCAS ALARIO LEVERKUSEN – Dopo tre stagioni al Bayer Leverkusen, Lucas Alario potrebbe dire addio al club tedesco. Ad affermarlo è il suo agente Pedro Aldave che, in esclusiva ai microfoni di EuropaCalcio.it, ha chiarito la posizione effettiva del suo assistito.

Qual è la situazione attuale di Lucas Alario?

“Ha ancora due anni di contratto con il Bayer Leverkusen, insieme stiamo decidendo cosa fare. Ci sono poche possibilità di rimanere perché vuole provare una nuova esperienza”.

Gli piacerebbe giocare in Serie A?

“Tutti i calciatori argentini vogliono giocare in Serie A, sono cresciuti vedendo i miti del passato dell’Argentina giocare ad alti livelli in Italia. Al di là di questo, suo nonno era di Udine, friulano…”.

Il Bayer vuole cederlo a titolo definitivo oppure può anche partire in prestito con diritto di riscatto?

“Ci sono delle situazioni da chiarire: c’è Volland che forse va via, lo vuole il Monaco. Stanno vendendo Havertz per 80 milioni al Chelsea, in rosa non ci sono tanti attaccanti. Non è una questione di soldi perché la società è ricca; inoltre, con la pandemia, loro hanno la base, vendono medicine (Bayer, ndr). Ripeto, non è una questione economica ma tecnica. Se c’è una squadra di livello che lo vuole, vedremo poi come sistemarlo”.

Saltata l’operazione Cavani, il Benfica potrebbe essere una delle soluzioni per il futuro di Alario?

“Ho avuto Oscar Cardozo al Benfica per 7 anni, ho un ottimo rapporto con la società. Alario è un profilo adatto al club portoghese ma non so se dal punto di vista economico potrebbe essere soddisfacente. Al momento sono solo rumors. L’unica squadra che ha mostrato interesse per Alario è il Celtic, ma lui vuole giocare in un campionato competitivo”.

Lei conosce bene il binomio che lega i calciatori argentini con Napoli…

“Magari, vediamo…”.

 

AGENTE LUCAS ALARIO LEVERKUSEN – RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.IT.

Articolo precedenteBorja Valero addio Inter: “Grazie di tutto, è stato un onore”
Articolo successivoLazio Fares, inserimento Inter se non dovessero chiudere i biancocelesti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui