Yacine Adli, trequartista classe 2000, non ha trovato spazio in questa stagione: la società rossonera ha attivato i colloqui per uno scambio

Yacine Adli è una delle grandi incognite della stagione del Milan. Con appena centoventuno minuti in campo, dei quali solo sessanta giocati da titolare nella trasferta di Verona risalente ad ottobre, il trequartista acquistato dal Bordeaux nel 2021 per otto milioni di euro rappresenta l’emblema di un mercato estivo enigmatico dei rossoneri. Il classe 2000, nonostante un pre-campionato in cui ha offerto sprazzi della propria qualità tecnica, ha accumulato appena cinque presenze in Serie A ed è stato estromesso dalla lista UEFA, non convincendo mai a fondo Mister Pioli. La controversa stagione di Adli dovrebbe condurlo lontano da Milano, con la dirigenza rossonera pronta a inserirlo in qualche trattativa come contropartita.

Una possibile soluzione potrebbe provenire da Salerno. Paulo Sousa, tecnico dei granata e grande estimatore del francese, avrebbe esortato la società a intavolare un discorso con Maldini e Massara per un calciatore che lui stesso ha lanciato sui palcoscenici della Ligue 1. Secondo quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, l’asse MilanoSalerno potrebbe scaldarsi con uno scambio tra lo stesso Adli e Pasquale Mazzocchi, terzino rivelazione di questa Serie A.

Il classe 1995 sta vivendo una stagione da protagonista in granata, complici le due reti e i due assist realizzati in venti presenze in questo campionato. La grande duttilità con la quale può agire sia sul versante destro che su quello sinistro, potrebbe rappresentare la soluzione ideale per le partenze da Milanello di Dest e Ballo-Toure. Le due società, secondo quanto appreso, starebbero ragionando sullo scambio alla pari per ovviare a lacune evidenti nelle rispettive rose.

Oltre all’articolo: “Adli, avventura Milan al capolinea: colloqui per uno scambio”, leggi anche:

Articolo precedenteSoumaoro-Bologna, le ultime novità sul rinnovo di contratto
Articolo successivoAncelotti-Brasile, filtra ottimismo: la situazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui