Una volta arrivata l’estate, nel calcio mondiale ed europeo si iniziano a tirare le somme. Soprattutto quando finisce un mondiale, in tanti calcolano in modo più o meno empirico chi si è distinto maggiormente tra i calciatori d’élite e chi ha influito maggiormente nel successo della rispettiva squadra. La vittoria della Francia ai mondiali di Russia 2018 ha aperto una serie di scenari riguardo la corsa del prossimo pallone d’oro, il premio individuale più ambito da qualsiasi calciatore sia arrivato ad alti livelli. E dati i risultati del mondiale, che in molti casi si è rivelato una sorpresa, sono in tanti adesso a presentare formalmente la loro candidatura.

Tra i campioni del mondo ve ne sono tre che possono effettivamente reclamare il premio. Il primo è Antoine Griezmann, leader assoluto dei Bleus e raccordo offensivo importante sia della nazionale francese sia dell’Atletico Madrid di Diego Simeone. Autore di 4 goal al mondiale, tra i quali il rigore del momentaneo 2 a 1 in finale contro la Croazia, il numero 7 transalpino ha fatto la differenza. Un po’ come il jolly nei giochi di carte, Griezmann ha spiccato tra i suoi compagni sia come uomo assist sia come goleador, imponendo la propria presenza nei momenti più complicati. Il suo compagno d’attacco Kylian Mbappe è stato invece l’arma rapida per scassinare le difese avversarie e si è imposto come il miglior giovane del mondiale. Tuttavia non va dimenticato l’apporto di Raphael Varane, difensore solido e pulito che non solo ha tenuto a bada molti degli attacchi avversari ma ha anche messo a segno un goal importante nell’ottavo di finale contro l’Uruguay. È inoltre l’unico calciatore ad aver vinto la Champions League e il mondiale, il tutto nell’arco di due mesi.

pallone-d-oro-cristiano-ronaldo

“Pallone d’oro” by Ben Sutherland (CC BY 2.0)

Luka Modric è un altro dei candidati alla vittoria del pallone d’oro. Campione d’Europa con il Real, è stato il cuore e il cervello di una Croazia arrivata sorprendentemente in finale e per questo è stato eletto miglior giocatore della competizione. Abilissimo nel palleggio e sempre presente per guidare la sua nazionale, il croato era stato anche tra i protagonisti della vittoria del Real Madrid in Champions. Tuttavia, il mancato mondiale potrebbe pesare nella decisione finale della giuria, che si lascia spesso condizionare dall’andamento della Coppa del Mondo.

In questo contesto, un’eventuale vittoria dell’Atletico Madrid nella Supercoppa europea di agosto potrebbe proiettare Griezmann verso l’ambito premio, in quanto vincitore anche del mondiale e dell’Europa League. Quel che è chiaro è che mai come quest’anno Cristiano Ronaldo e soprattutto Lionel Messi hanno poche speranze di vincere questo trofeo. Il portoghese, sebbene abbia vinto la Champions League e si sia distinto come miglior marcatore della competizione, non è andato oltre gli ottavi di finale dei mondiali con il suo Portogallo. L’argentino, invece, ha vinto la Liga e la Coppa del Re con il Barcellona ma non ha praticamente inciso in coppa del mondo con la sua Argentina.

Insomma, dopo dieci anni il pallone d’oro potrà finalmente essere vinto da un nome nuovo, come ad indicare un cambio di ciclo e di tendenze nel calcio di oggi.

Articolo precedenteVenerato: ”Il Napoli può lottare per la Champions, ma i primi due posti sono blindati”
Articolo successivoUFFICIALE: rinviate Samp-Fiorentina e Milan-Genoa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui