5 SOSTITUZIONI RIAPERTURA STADI – Le 5 sostituzioni in realtà non sono una novità assoluta. Infatti già in questo mese di campionato è stata utilizzata con successo questa modifica per venire incontro agli atleti sottoposti a gare una dietro l’altra e quindi ad un notevole stress fisico. La notizia però è che questo format verrà mantenuto fino a luglio 2021 e quindi per tutta la prossima stagione.

Lo ha stabilito l’Ifab, l’ente che decide le regole del calcio e che aveva dato il via libera alla norma l’8 maggio scorso. Oggi il consiglio dell’Ifab ha deciso di valutare se estendere ulteriormente questa opzione. E ha dato parere favorevole per tutte le competizioni che si concluderanno entro il 31 luglio 2021. Probabile che, dopo quella data, si passi a 4: insomma una via di mezzo.

5 SOSTITUZIONI RIAPERTURA STADI – Ma non è questa l’unica novità di queste ore. Vincenzo Spadafora, ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, durante il question time al Senato ha parla delle tempistiche per la riapertura degli stadi. Ecco cosa ha detto.

“Per la riapertura degli stadi si ritiene di dover continuare su quella linea di prudenza che è stata seguita finora e stiamo lavorando in maniera forte con Federazione e Lega perché a settembre alla partenza del nuovo campionato ci sia modo di riaprire gli impianti al pubblico”, le sue parole.

Articolo precedenteOsimhen-Napoli, il dg del Lille conferma: “Andrà via, ormai ha scelto”
Articolo successivoTorino Genoa Nicola: “Il risultato non rispecchia la partita”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui