Come stabilito pochi minuti fa dal Tribunale Federale, il Parma partirà nella prossima stagione con 5 punti di penalità, da scontare dunque nella massima serie e non in serie B in riferimento alla stagione precedente e che avrebbe cancellato la promozione in A. Per Calaiò invece sono due gli anni di squalifica. Ecco di seguito il comunicato ufficiale del Tribunale della FIGC e la risposta del Parma Calcio 1913.

“Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, costituito dall’Avv. Mario Antonio Scino
Presidente; dall’Avv. Amedeo Citarella e dal Dr. Pierpaolo Grasso Componenti; con l’assistenza
del Dott. Paolo Fabricatore Rappresentante AIA; e del Signor Claudio Cresta Segretario; con la
collaborazione dei Signori Salvatore Floriddia, Paola Anzellotti e Nicola Terra, si è riunito il
giorno 17.7.2018 e ha assunto la seguenti decisione:

Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare accoglie il deferimento e, per l’effetto,
irroga le seguenti sanzioni:

– Calaiò Emanuele: squalifica di anni 2 (due) e ammenda di € 20.000,00 (ventimila/00);
– Società Parma Calcio 1913 Srl: penalizzazione di punti 5 (cinque) in classifica, da scontarsi
nel Campionato 2018/2019.
Il Presidente del TFN
Sezione Disciplinare”

Il testo integrale lo potete trovare a questo indirizzo.

La risposta del Parma arriva pochi minuti dopo tramite un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito:

“Il Parma Calcio 1913 prende atto con enorme amarezza della sentenza emessa in data odierna dal Tribunale Federale Nazionale. Riteniamo abnorme la condanna del nostro tesserato Emanuele Calaiò rispetto ai fatti all’origine del deferimento e iniqua, illogica ed in contrasto con la recente giurisprudenza sportiva la pesantissima penalizzazione per responsabilità oggettiva inflitta alla nostra società.

Confidiamo che la totale estraneità del Parma Calcio 1913 ad ogni comportamento meno che lecito venga riconosciuta già dalla Corte Federale di Appello, a cui ricorreremo in tempi brevissimi, nell’auspicio di trovare giustizia.”

Articolo precedenteJuventus, vicinissima la conclusione dell’affare Rugani-Chelsea
Articolo successivoPastorello, ag. Asamoah: ” All’Inter lo fanno sentire più importante che alla Juve “

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui