Re Maximiliano IV: Juve sei ultra leggendaria

Re Maximiliano IV: Juve sei ultra leggendaria

Massimiliano Allegri  vince il suo quarto scudetto di fila, il settimo per la Juventus, grazie allo 0-0 odierno con la Roma. Bastava un punto e così è stato. I bianconeri entrano di diritto nella storia del campionato italiano, che quest’anno è stato più aperto che mai fino alla fine della stagione. Dopo la Coppa Italia conquistata mercoledì sera contro il Milan, sempre all’Olimpico , Max ora può finalmente rilassarsi e pensare al suo futuro che è tutto da scrivere. 

Il tecnico  dei campioni d’Italia a Premium Sport non trattiene le emozioni dopo il suo quarto scudetto di fila, il quinto se contiamo quello con il Milan ottenuto ben sette anni fa, proprio all’Olimpico contro i giallorossi. Ecco le sue parole: “Sono contento per i ragazzi perché se lo sono meritati,  noi tutti abbiamo lottato, vinto, perso e sofferto tutti insieme. Abbiamo una settimana per riposare e per festeggiare insieme a noi nostri tifosi. Il Napoli ci ha dato del filo da torcere e faccio i complimenti a loro per l’annata che hanno fatto e anche a tutti quelli che erano con me dentro Vinovo, alla società che mi ha sempre sostenuto in questi lunghissimi anni e ai tifosi. Maggiormente ai ragazzi, sono loro gli artefici delle nostre vittorie.”

Continua poi – “Alla Juventus, quando riparti trovi le motivazioni. Sicuramente l’anno prossimo ci saranno giocatori che arriveranno e andranno via, c’è l’obiettivo di aggiungere altre vittorie. a marzo devi essere dentro a tutti gli obiettivi. Devi lavorare anche dentro te stesso.” – Voto più alto in questa stagione? – “Dire un nome non avrebbe senso: sono contento per Pinsoglio, che ha fatto il terzo portiere dopo due anni a Livorno e Latina non bellissima e si è calato nel gruppo, cambiando totalmente. E’ stato molto importante per il gruppo. I giocatori li ringrazio sempre. Oltre a calciatori sono uomini. Vincere non è mai semplice:a distanza di tre giorni, abbiamo giocato una partita giusta a parte qualche occasione nel primo tempo.”

Sulla gestione del gruppo, Allegri ribadisce: “Il merito dei ragazzi è quello di aver mantenuto sempre la calma. Io dico che ci vuole sempre molta calma, le cose cambiano in un attimo. Il lavoro psicologico è fondamentale altrimenti hai troppi sbalzi d’umore e non vinci niente.” – Su Buffon: “Non so se sarà l’ultima di Gigi, lo deciderà lui. fino ad ora ho avuto un grandissimo uomo e un campione straordinario sotto tutti punti di vista.” Conclude ironicamente sul dar voto alla sua stagione: “Voto a me? non me li do, a scuola facevo fatica a prenderli.”

Resta Aggiornato, ti informeremo sulle ultime novità.


Previous Roma-Juve, le parole di Eusebio Di Francesco
Next Sampdoria - Napoli (0-2), Sarri: " Abbiamo fatto un grande campionato!"

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.