Punto della settimana – 20a giornata

Punto della settimana – 20a giornata

Print Friendly, PDF & Email

Punto della settimana analizza quanto accaduto sui campi di calcio della Serie A in questa 20a giornata. Emozioni e spettacolo ovunque. Una pioggia di gol in questo turno calcistico inedito per l’Italia, nel primo anno in cui il Calcio non si ferma durante il periodo di Natale.  Adesso ci saranno due settimane di stop meritato e alla ripresa la lotta continua.

Il Commento.

Un campionato vibrante come non eravamo più abituati a vedere in Italia. La lotta è serrata, sia al vertice che in fondo. Il Napoli vola e prendete a pallate un Verona che resiste fin quando non cede di schiato sotto i colpi della fortissima Banda Azzurra. Male la Roma che cade tra le mura amiche sotto i colpi della sempre più sorprendente Atalanta di Gasperini nonostante la Dea viene costretta a giocare in 10 per tutto il secondo tempo. Bella realtà del calcio italico quella dei bergamaschi. quella La Juventus deve ancora giocare cos’ come la Roma che affronta l’Atalanta dei miracoli.  L’Inter arranca, si fa rimontare nel recupero da un’ottima Fiorentina dell’ex Pioli  e, le romane sono lì, pronte a far male!  In zona retrocessione risorge il Benevento che rimonta una Sampdoria troppo distratta. Adesso sono 5 squadre in 4 punti a giocarsi la permanenza nella massima categoria aspettando che il Benevento faccia vedere i progressi di quest’ultimo periodo.
Ritorna Walter Mazzarri alla guida del Torino e i granata riprendono la marcia…
Adesso lo stop di 15 giorni. Il Calciomercato entra nel vivo: è qui che si giocano i destini di tutti. Sia in vetta che in Coda…

Le partite

Ecco dunque il quadro completo delle 10 partite in programna.

Napoli – Verona (2-0)

Al San Paolo il Napoli supera il Verona (2-0) in una gara a senso unico dominata dai partenopei dall’inizo alla fine. Tante le occasioni da rete per la Banda Sarri stavolta stranamente poco lucida sotto rete. La sblocca Koulibaly e l’archivia la classica giocata Insigne- Callejon. L’assist perfetto è di Lorenzinho, la conclusione vincete di Jose Maria CallejonIl goal dello spagnolo chiude un periodo di astinenza che durava dal 26 ottobre. Il Napoli, primo a quota 51 punti, fa sognare una città intera!

Cagliari – Juventus (0-1)

La Juventus espugna la Sardegna Arena battendo il Cagliari (0-1) e così resta in scia del Napoli. Decide una rete di Bernardeschi nella ripresa. Una vittoria che le consente di incrementare il vantaggio sulle inseguitrici e tenere il passo della capolista ma è una vittoria densa di polemiche per alcune decisioni arbitrali molto discutibili e che fanno gridare allo scandalo. L’episodio cruciale è il fallo di mani di Bernardeschi non visto dall’arbitro e non valutato dal VAR. Sarebbe stato calcio di rigore ed espulsione di Bernardeschi  per doppia ammonizione. Il Cagliari esce comunque a testa alta. Bella la prova dell’undici di Lopez a cui, a conti fatti, mancano un punto e il rispetto di un sistema calcio che non funzionerà mai.  Da quando non si applica più il VAR quando di mezzo c’è la Juve? E soprattutto: perché?

Roma – Atalanta (1-2)

L’Atalanta dopo aver eliminato il Napoli in Coppa Italia vince anche all’Olimpico contro la Roma (1-2), grazie alle reti di Cornelius e De Roon. L’olandese è poi stato espulso nel finale del primo tempo per doppia ammonizione. Ma i giallorossi non sfruttano la superiorità numerica e nel secondo tempo accorciano le distanze con Dzeko, senza però poi trovare il gol del pareggio. Nainggolan, escluso dai convocati dopo la folle diretta Instagram di Capodanno, ha visto la partita dalla in tribuna.

Spal – Lazio (2-5)

Pokerissimo della Lazio che a Ferrara supera la Spal (2-5). Immobile realizza il suo primo poker in carriera. Antenucci firma la sua doppietta per i goal degli estensi. La Lazio di Inzaghi gioca un calcio a tratti meraviglioso con un Luis Alberto decisivo autore in un goal meraviglioso. Bene anche Milinkovic-Savic. La Lazio è una bellissima realtà di questo campionato e con una partita da recuperare può scavalcare l’Inter in classifica e salire meritatamente al terzo posto.

Fiorentina – Inter (1-1)

Finisce in parità al Franchi tra Fiorentina e Inter (1-1).  Proprio allo scadere Simeone pareggia la rete di Icardi e rovina i piani di Spalletti che non riesce a rilanciare in classifica i nerazzurri. Adesso la vetta è distante 9 punti Lazio e Roma fanno sentire il fiato sul collo al tecnico toscano.

Torino – Bologna (3-0)

Il Torino torna al successo contro il Bologna (3-0) con alla guida Mazzarri che ha sostituito alla l’esonerato Mihajlovic.  Ottimo dunque l’esordio di Walter Mazzarri . Il Bologna paga la giornata no di Pulgar che, oltre a sbagliare il rigore del possibile pareggio, avvia con un suo errore personale il raddoppio di Niang che sembra rinato dal gioco di Mazzarri. Le altre reti portano la firma di De Silvestri e Iago Falque.

Milan – Crotone (1-0)

Il Milan batte il Crotone (1-0) in una partita intensa e spettacolare. Basta la rete di Bonucci a piegare un buon Crotone e a regalare i tre punti ai rossoneri. Con questo successo i rossoneri agganciano in classifica Udinese, Fiorentina e Torino. Ma la strada di Gattuso è in salita perchè il Milan ha i mezzi per fare molto meglio, soprattutto con squadre come il Crotone, decisamente alla portata della gloriosa maglia rossonera.

Benevento – Sampdoria (3-2)

Seconda vittoria consecutiva del Benevento che stavolta ha ragione dalla Sampdoria (3-2). Le streghe sono protagonisti di un esaltante secondo tempo dove ribaltano il vantaggio  doriano (goal di Caprari) con la doppietta di Coda. Brignola realizza la rete del tris. Di Kownacki la rete del 3 a 2 finale. Blucerchiati troppo distratti e sconfitta meritata e senza attenuanti.

Le altre partite

Pareggiano Chievo e Udinese (1-1). Un tempo per parte, un goal per parte in una partita dove le squadre si dividono la posta in palio e muovono la classifica

Successo del Genoa che piega il Sassuolo (1-0) grazie a un goal di Galabinov a 10 minuti dalla fine. Seconda vittoria in tre partite e quarto risultato utile consecutivo per il Genoa targato Ballardini che con questo successo si allontana u pò dalla zona retrocessione. Il Sassuolo perde con un pò di sfortuna e interrompe una striscia positiva di quattro risultati.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Milan-Crotone 1-0, Gattuso: "Grande prestazione di Calhanoglu e Biglia. Su Silva ho le mie responsabilità"
Next Tevez, el regreso: riecco il Boca