Pensieri e parole EC: la redazione sui temi della Serie A ed estero [14 maggio 2018]

Pensieri e parole EC: la redazione sui temi della Serie A ed estero [14 maggio 2018]

Print Friendly, PDF & Email

Cosa ha visto la redazione nel weekend

Ritorna la rubrica “Pensieri e parole EC”, raccolta di considerazioni della redazione, analisi e commenti di ciò che ognuno ha visto nel fine settimana calcistico.

Alessandro Collu: ”Incredibile come nel momento del grande entusiasmo e appuntamento da non fallire, l’Inter sprechi l’occasione. Era capitato a novembre contro il Torino, pareggio davanti ad oltre 70000 spettatori; di nuovo a fine anno contro l’Udinese in un clima di “Inter Bells”; nuovamente sabato contro il Sassuolo ormai bestia nera. Il destino, però, ha servito un’ultimissima chiamata: domenica a Roma contro la Lazio si deciderà tutto. Brutto episodio invece a Genova: complice – ma non giustificato – il gemellaggio con il Genoa, i tifosi della Sampdoria hanno rivolto cori contro Napoli ma quello che più ha disgustato è vedere distintamente diversi personaggi del pubblico urlare e fare gestacci contro il presidente Ferrero, sceso in campo per rivolgersi alla Curva. A Verona, invece, rabbia, delusione, ironia e goliardia dei tifosi nei confronti di Fabio Pecchia: il tecnico è ormai giunto alla fine della sua esperienza scaligera. L’Hellas dovrà completamente voltare pagina”.

Diego Marino:Penultima giornata di campionato e a giochi ormai fatti, si vede un calcio ancor più malato con cori razzisti da varie tifoserie. Probabilmente è arrivato il momento di attuare  sanzioni durissime purtroppo alle società, non potendo prendere ad uno ad uno i colpevoli. Il gesto di Ferrero in Sampdoria – Napoli vale più di mille parole. Stop al calcio malato e godiamoci questo spettacolo sportivo in piena lealtà ed armonia”.

Raffaele Campo: ”Incredibile il calcio. Sabato sera l’Inter era arrivato al capolinea, poi il grande 2-2 del Crotone riapre tutto per il posto Champions. Chiaro che per i nerazzurri sarà difficilissimo perché hanno un solo risultato a disposizione contro la Lazio. Tuttavia, in caso di vittoria sarebbe la prima stagione ad avere un senso dal 2011 in poi. E che dire sulla lotta salvezza? Mai avrei pensato che all’ultima giornata ci sarebbero state addirittura cinque squadre in lotta per non retrocedere”.

Gigi Procenzano: ”Quello che si è verificato al 30′ del secondo tempo di Sampdoria – Napoli è una delle pagine più brutte e vergognose del calcio italiano. Nonostante i tentativi dello speaker del Luigi Ferraris (andati tutti a vuoto), l’arbitro Gavillucci ha dovuto sospendere la partita nel tentativo di zittire i supporters doriani. “Vesuvio, lavali col fuoco” è un chiaro segno di discriminazione territoriale e allo stesso tempo un atteggiamento non più sopportabile e che va contrastato con la massima efficacia, atteggiamento che non è più possibile tenere negli stadi italiani. Questo non è tifo, è razzismo. Chiudere le Curve non dà risultati. Serve invertire immediatamente la rotta e dare, oltre alla chiusura di alcuni settori e alla sanzioni economiche – da devolvere non alla FIGC ma agli offesi – anche e soprattutto con forti penalizzazioni in classifica, con la decurtazione di almeno tre punti”.

 

La redazione rinnova l’appuntamento per la settimana prossima.

Previous Punto della settimana - 37a giornata
Next Juventus, Marotta conferma: "Sì, Perin è un profilo che ci interessa"