Non c’è pace per il Modena: 0-3 anche con l’Albinoleffe

Non c’è pace per il Modena: 0-3 anche con l’Albinoleffe

La crisi del Modena senza fine: verrà abbandonata anche la sede

Una domenica di inizio ottobre dove splende un insolito sole su Modena. Qualche cronista, un paio di fotografi, un manciata di tifosi. Pupazzi di uno spettacolo di burattinai che va avanti da troppo tempo. Tutti sulla strada, di fronte al portellone di ingresso dei pullman per le squadre ospiti.

E infatti, sono le 13.30, ecco apparire il pullman dell’Albinoleffe da Bergamo. Duecentotre chilometri per attenersi a un protocollo e giocare una partita che si sa già come finirà: il direttore di gara e le due squadre aspetteranno i canonici 45 minuti prima di ufficializzare un altro 3-0 a tavolino ai danni dei canarini. Così avviene, ed è la seconda sconfitta a tavolino per i gialloblu: dovessero arrivare a quattro, saranno esclusi dal campionato. I 625 mila euro che il Comune aspetta dal Modena Calcio, per saldare le pendenze e concedere l’utilizzo del “Braglia”, sono per ora ancora una chimera.

A sera, uno striscione è appeso alle gradinate della tribuna nel vuoto del Parco Novi Sad. Dopo il funerale inscenato col Mestre (http://www.europacalcio.it/modena-dalla-serie-al-funerale-156063) la curva sud lascia un altro messaggio eloquente: “L’ennesima trovata di questa ignobile pagliacciata”. Già, perché nelle stesse ore in cui l’Albinoleffe varcava quel cancello sapendo di non giocare, il bistrattato Caliendo ha venduto il club all’imprenditore varesino Taddeo. Trattativa lampo e piena di ombre, considerato anche che il Modena in settimana verrà sfrattato dalla sede e non avrà un campo dove allenarsi. Pertanto il pubblico modenese, come sempre unico e vero sconfitto di tutta quest’altra ignobile vicenda pallonara all’italiana, non ha nessuna voglia di festeggiare.

Vuoi essere sempre aggiornato ?

Previous Derby story: 1908, in principio fu Chiasso
Next Iannone, Furino e De Canio a Marte Sport Live sul VAR e su Sarri

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply