Mondiali 2018: Brasile e Germania favorite. La Spagna può essere la sorpresa

Mondiali 2018: Brasile e Germania favorite. La Spagna può essere la sorpresa

L’inizio della Coppa del Mondo 2018 è alle porte, ma tra i principali bookmaker internazionali si guarda già a chi potrebbe essere la squadra che il prossimo 15 luglio alzerà al cielo il trofeo. Le squadre sono sempre più o meno le stesse che a ogni edizione partono con i favori del pronostico, dal Brasile del ritrovato Neymar alla Germania campione in carica, dalla Francia guidata da Didier Deschamps alla Spagna che nelle qualificazioni diede una sonora lezione all’Italia. Secondo le quote degli allibratori, sembrano avere minori chance l’Argentina di Leo Messi, il Portogallo di Cristiano Ronaldo e anche l’Inghilterra, rappresentativa che nei grandi appuntamenti ha quasi sempre deluso e che per questa edizione della Coppa del Mondo si affida a Gareth Southgate in panchina.

Tra le nazionali che più hanno impressionato nella fase di avvicinamento al Mondiale c’è indubbiamente la Spagna di Julen Lopetegui: dopo aver dominato il panorama europeo e mondiale tra il 2018 e il 2012, vincendo in serie Europei, Mondiali e ancora Europei, la Spagna aveva deluso agli ultimi Mondiali in Brasile eliminata al primo turno e poi all’Europeo del 2016, battuta dall’Italia. Il nuovo tecnico ha puntato su un graduale ricambio generazionale, anche se l’ossatura del gruppo rimane quella storica, e da quel 27 giugno 2016, cioè dalla sconfitta con l’Italia agli Europei, la Spagna non ha più perso una gara. Legittimo dunque attendersi grandi cose da questo gruppo che nel girone di qualificazione conquistò 28 dei 30 punti a disposizione, segnando 36 gol e infliggendo all’Italia un roboante 3-0 al Santiago Bernabeu. Il tecnico ha dimostrato la propria volontà di aprirsi alle alternative e di portare alla ribalta anche giocatori meno attesi, giovani e meno giovani, aggirando così le possibili problematiche che un nuovo corso inevitabilmente comporta.

Come detto, la Spagna se la dovrà vedere – almeno secondo le previsioni dei bookmaker – soprattutto con Brasile, Germania e Francia. Tra le squadre che hanno avuto meno problemi a centrale la qualificazione al Mondiale, il Brasile ha dominato il girone sudamericano al punto da chiudere il raggruppamento con 10 punti di vantaggio sull’Uruguay, è rimasto in apprensione diversi mesi per l’infortunio di Neymar ma alla fine ha recuperato l’asso del PSG che nelle amichevoli di avvicinamento alla rassegna iridata ha fatto vedere ancora una volta i grandi numeri che gli appassionati conoscono. Il Brasile dovrà farsi perdonare dai propri tifosi quel 7-1 subito in casa quattro anni fa nella semifinale con la Germania. I tedeschi allenati da Joachim Löw nella fase di qualificazione non hanno sbagliato un colpo. In mezzo anche il successo della Confederations Cup, torneo che come da tradizione fa da preludio al Mondiale nell’anno precedente. La “Mannschaft” è l’unica squadra che ha conquistato la qualificazione a Russia 2018 vincendo tutte le partite disputate: 10 su 10. Da non sottovalutare qualità e quantità mostrate dalla Francia, anche nella recente amichevole vinta a Nizza per 3-1 contro l’Italia. Il ct Didier Deschamps tenterà di riportare la propria nazionale ai fasti del 1998 quando, da giocatore, conquistò la prima e unica Coppa del Mondo mai vinta dai Bleus.

Previous Bayern Monaco, parla Hoeness: "Lewandowski resterà con noi"
Next Parte #Watc, il Talent per i dilettanti che sognano il calcio professionistico

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.