Milan, esonerato Vincenzo Montella: al suo posto arriva Gattuso

Milan, esonerato Vincenzo Montella: al suo posto arriva Gattuso

Via Montella, annuncio in mattinata

E’ saltata la panchina di Vincenzo Montella. Lo 0-0 di San Siro contro il Torino è stata l’ultima dell’Areoplanino da allenatore del Milan. Già in serata c’erano state voci di una possibile rottura, ma l’ufficialità dell’esonero di Montella data dal sito ufficiale della squadra è stata per molti una sorpresa.

Gestione deludente

Non si tratta certo di un fulmine a ciel sereno: deludente la partenza del Milan “cinese”, soprattutto dopo una campagna estiva da fuoco e fiamme, che ha portato in rossonero giocatori del calibro di Bonucci, Kessié, Biglia e Kalinic fra gli altri. Montella non è mai riuscito a trovare la quadratura giusta, tanto da sembrare lui stesso il pesce fuor d’acqua. Pesano, sul gioco del Milan, le tredici formazioni diverse in altrettante gare di campionato, che hanno impedito ai nuovi di integrarsi fra loro e ai giocatori di trama e fantasia (Biglia e Chalanoglu) di conoscere un sistema di base in cui esaltarsi. Tutti (o quasi) hanno finora deluso: Bonucci, insicuro e maldestro, Kessié, incostante, Kalinic, fumoso, e André Silva, inconsistente. La miglior notizia della gestione-Montella è la scoperta di Patrick Cutrone, diciotto anni e senso del gol affinatissimo, ma da cui non si può pretendere più dei miracoli attuali.

Stagione da buttare?

Al Milan, dopo stagioni travagliate, serviva stabilità, e un progetto a lungo termine, che aveva nel ritorno in Europa il suo inizio. La chiamata di Gattuso suona come l’ennesima operazione-nostalgia (dopo Inzaghi e Brocchi) per rabbonire i tifosi e traghettare quel che resta fino a fine anno. La stagione del Milan, del nuovo Milan, è già finita: auguri a Gattuso, che proverà a ringhiare dalla panchina il senso della maglia rossonera

Vuoi essere sempre aggiornato ?

Previous Pensieri e parole EC: la redazione sui temi della Serie A ed estero [27 novembre 2017]
Next Napoli e Juve, approcci diversi: per Allegri basta il risultato, Sarri ha il mantra del gioco

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply