Gianni Di Marzio e Renica: ”Oggi il Napoli è rispettato in tutto il mondo”

Gianni Di Marzio e Renica: ”Oggi il Napoli è rispettato in tutto il mondo”

Opinioni a confronto su Marte Sport Live

Sarri ha trovato l’alchimia giusta per far rendere al massimo il Napoli

Gianni Di Marzio e Renica sono intervenuti a Marte Sport Live per parlare del Napoli, di Sarri e di Mertens.

Queste le loro opinioni:

Gianni Di Marzio: “A Roma potremo capire se è l’anno giusto per il Napoli”

Gianni Di Marzio: “Con le sfide del prossimo turno si potranno dare delle valutazioni più complete sulle reali ambizioni delle varie squadre al vertice. In primo luogo potremo capire se è l’anno giusto per il Napoli, cosa di cui sono convinto. La Juventus mi sembra indebolita in alcuni aspetti, la Roma invece è una buona squadra. Andrebbe sfruttato maggiormente il fronte destro dell’attacco azzurro, perché la Roma ha due terzini sinistri che spingono molto, ma non difendono altrettanto bene”.

Sull’inserimento di Mertens nella lista dei candidati al Pallone d’Oro: “Finalmente nel direttivo delle commissioni incaricate di fare certe valutazioni ci sono gli ex giocatori. Gente come Figo, Leonardo, Rummenigge o Beckenbauer sanno distinguere un bravo giocatore da un altro. Oggi il Napoli è rispettato in tutto il mondo, anche grazie ad una società all’altezza. Jorginho? Non credo possa avere spazio nel Brasile. Per quelle che sono le sue mansioni e le sue caratteristiche, potrebbe ritagliarsi maggiore spazio nell’Italia”.

Renica: “La vittoria a Roma nel 1986 ci diede la spinta per lo Scudetto, oggi il Napoli può ripetersi”

Alessandro Renica: “Ricordo bene la sfida tra Roma e Napoli dell’ottobre 1986. Fu la prima partita di Ciccio Romano, un acquisto azzeccatissimo, e riuscimmo a vincere all’Olimpico. Con lui eravamo completi tecnicamente e tatticamente, il giocatore che ci ha fatto fare il definitivo salto di qualità per lo Scudetto”.

Sabato si gioca un’altra sfida tra azzurri e giallorossi molto importante: “Il Napoli può vincere, Sarri ha trovato l’alchimia giusta per far rendere al massimo la sua squadra. Il calcio è anche divertirsi ed i calciatori del Napoli si divertono parecchio. Scudetto? Anche se i numeri dicono il contrario, credo che difesa e centrocampo siano i reparti in cui gli azzurri sono a posto. L’attacco, invece, con l’infortunio di Milik avrebbe bisogno di un rincalzo”.

 

 

 

Vuoi essere sempre aggiornato ?

Previous Rachid Ghezzal: "A Lione non mi aspetto un'accoglienza calorosa"
Next Riecco Adriano : " Voglio giocare ancora, la mia carriera è rimasta a metà"

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply