Gaudino e Satin sul calo del Napoli e sul Lipsia avversario degli azzurri in Europa League

Gaudino e Satin sul calo del Napoli e sul Lipsia avversario degli azzurri in Europa League

Print Friendly, PDF & Email

Napoli, non è il caso di far drammi, un piccolo calo di forma o meglio mentale, un po’ di stanchezza ma può capitare

Maurizio Gaudino e Bruno Satin  sono intervenuti a Radio Kiss Kiss Napoli per parlare del calo di forma  attuale del Napoli e del sorteggio di Europa League che ha riservato alla squadra azzurra il Lipsia.

Maurizio Gaudino, ex calciatore ed esperto di calcio tedesco: “Il Lipsia è una squadra fortissima che ha preso negli ultimi anni sempre giocatori giovani, nazionali e sono cresciuti. Ora lavorano già dall’anno scorso su questa squadra giovane, sono messi bene in campo e sono messi bene tatticamente.

L’unica cosa che manca a questa squadra è l’esperienza. In Germania si parla abbastanza del Napoli, i tedeschi hanno visto quello che sta facendo il Napoli negli ultimi anni, anche il torneo pre stagionale contro il Bayern, hanno fatto vedere anche in Germania di essere una grande squadra”.

Bruno Satin, procuratore del calciatore napoletano Kalidou Koulibaly: “Non è il caso di far drammi, un piccolo calo di forma o meglio mentale, un po’ di stanchezza ma può capitare. Dall’inizio della stagione il Napoli fa le cose molto bene, può succedere, speriamo che questo Napoli ritrovi il gol che sia di Mertens, Callejon, Zielinski, ma deve tornare a fare gol velocemente.

Kalidou può crescere ancora? Si può sempre crescere, ora è arrivato ad un buon livello, ma credo che possa migliorare anche qualcosa nel gioco aereo per essere ancora più dominante. Lui pensa di poter recuperare sempre qualsiasi situazione, ma quando gioca contro i campioni un attimino di ritardo è un gol, ma è arrivato ad un livello top. Questo sorteggio contro il Lipsia non è per niente facile…”

 

Author: Vincenzo Vitiello

Giornalista — Direttore Editoriale — EuropaCalcio

Previous Borussia Dortmund, il neo allenatore Stoger: "Per me è stata una sorpresa"
Next Inter, Spalletti sulla sfida al Pordenone: "sarà una partita complicata"