Europa League, ore 21.05: Marsiglia show, lo Zenit se la cava

Europa League, ore 21.05: Marsiglia show, lo Zenit se la cava

I francesi battono 3-1 l’Atletico Bilbao. Ok lo Sporting. Zenit che tiene aperto il discorso qualificazione grazie ad un gol di Criscito all’86’

Il Marsiglia annichilisce l’Atletico Bilbao nel big match di questo turno. I francesi vincono 3-1, ma lo scarto poteva essere superiore. Marsiglia avanti dopo appena 45 secondi (record per l’Europa League) con Ocampos, puntuale sul secondo palo ad insaccare il preciso cross di Thauvin. Mentre gli ospiti cercano di rialzarsi, arriva il raddoppio dei padroni di casa; al 14’ Payet approfitta di un errato disimpegno di Etxeita, stoppa di petto e al volo gira in rete per il gol del 2-0. Bilbao in bambola, e Germain cerca di approfittarne, ma fallisce, in 2 minuti, due ottime occasioni. Un aiuto agli spagnoli la da il direttore di gara, assegnando, al 47’, un calcio di rigore per fallo di mano (inesistente) di Rami su tiro di Aduriz. Lo stesso attaccante dal dischetto non sbaglia, confermandosi sempre più bomber d’Europa. Nemmeno il gol allo scadere rivitalizza l’Atletico, anche perchè al 58’, è ancora Ocampos a firmare il tris; stavolta l’argentino colpisce su cross di Payet, anticipando nettamente De Marcos, e battendo Herrerin con un diagonale destro. All’ 83′ ancora lo scatenato Ocampos si vede negare la gioia della tripletta dall’intervento di Etxeita sulla linea. Dominio della squadra francese, che può rammaricarsi di non aver già chiuso il discorso qualificazione. Agli spagnoli tutto sommato è andata bene cosi.

Un gol di Criscito nel finale di match tiene in vita uno Zenit che ha subito per gran parte del match il Lipsia di Hasenhuttl. Primo tempo dominato dai tedeschi, che vanno più volte vicino al gol colpendo addirittura un palo con Forsberg al 35’. Nonostante ciò si va al riposo sullo 0-0. Al 56’ ecco il meritato vantaggio dei tori rossi; delicato assist di Werner per Bruma, che a tu per tu con Lunev non sbaglia. Al 60’ Werner potrebbe raddoppiare ma tira male a pochi passi dalla porta avversaria. Il tedesco si rifà al 77’, quando su servizio di Keita, attende l’uscita di Lunev e lo supero con un morbido pallonetto. Dello Zenit poche notizie fino all’86’, quando Criscito si inventa una magistrale punizione che si infila nell’angolo alto della porta difesa da Gulacsi. Termina 2-1 con il discorso quarti di finale apertissimo.

Beffata la Lazio, che in casa, prima rimonta il vantaggio della Dinamo Kiev di Tsygankov, grazie ad Immobile e Felipe Anderson, poi subisce al 79’ la rete del definitivo 2-2 di Junior Moraes. (Qui l’articolo dedicato alla partita Lazio-Dinamo Kiev 2-2)

Sportig Lisbona senza problemi contro il Viktoria Plzen, i portoghesi vincono 2-0 trascinati da Fredy Montero autore di entrambe le reti. La prima al 46’ di giustezza servito da una sforbiciata di Coentrao, la seconda al 49’ con dribbling su Hubnik e mancino imprendibile per Hruska.

RISULTATI OTTAVI DI FINALE D’ANDATA DI EUROPA LEAGUE

ATLETICO MADRID-LOKOMOTIV MOSCA 3-0 [22′ Saul, 47′ Diego Costa , 90′ Koke]

BORUSSIA DORTMUND-SALISBURGO 1-2 [49′ rig. Berisha (S), 56′ Berisha (S), 63′ Schurrle (B)]

CKSA MOSCA-LIONE 0-1 [ 68′ Marcelo]

MILAN-ARSENAL 0-2 [15′ Mkhitaryan, 45′ Ramsey]

LAZIO-DINAMO KIEV 2-2 [52′ Tsigankov (D), 54′ Immobile (L), 62′ Felipe Anderson (L), 79′ Moraes (D)]

MARSIGLIA-ATHLETIC BILBAO 3-1 [1′ Ocampos (M), 14′ Payet (M), 45′ rig. Aduriz (A), 58′ Ocampos (M)]

LIPSIA-ZENIT 2-1 [56′ Bruma (L), 77′ Werner (L), 86′ Criscito (Z)]

SPORTING LISBONA-VIKTORIA PLZEN 2-0 [45′ Montero, 49′ Montero]

Previous Europa League, Lazio-Dinamo finisce 2-2
Next ESCLUSIVA EC - Belardi: "Juventus squadra tosta, all'Udinese servirà la gara perfetta"

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.