ESCLUSIVA EC – Verso Fiorentina-Cagliari, Lazzari: “Giusto confermare Lopez, ai viola servirà la massima concentrazione”

ESCLUSIVA EC – Verso Fiorentina-Cagliari, Lazzari: “Giusto confermare Lopez, ai viola servirà la massima concentrazione”

Il doppio ex ai nostri microfoni

Print Friendly, PDF & Email

Lazzari: “I rossoblù non hanno un calendario favorevole, ma può succedere di tutto. Sicuramente qualcosa non ha funzionato, domenica dovranno giocare a viso aperto. La Fiorentina affronterà due squadre che sono ancora in corsa per i rispettivi obiettiva, servirà lottare fino all’ultimo. Ricordo Astori come un ragazzo sempre solare e con grandi valori della vita”

Una delle partite più importanti di questa penultima giornata di campionato sarà Fiorentina-Cagliari, in programma domenica alle 15. I sardi, reduci dal ko casalingo contro la Roma e al momento terzultimi in classifica, sono al terzultimo posto e in piena lotta per non retrocedere, mentre i viola, che pochi giorni fa hanno conquistato un sofferto 3-2 sul campo del Genoa, sono a sole due lunghezze dalla zona Europa League.

Per l’occasione, “Europa Calcio” ha contattato Andrea Lazzari, mezzala classe 1984 e attualmente in forza ai marchigiani del Fano, con cui questa domenica ha festeggiato la permanenza in Lega Pro a seguito del successo per 1-0 sulla Fermana. Proprio un suo gol al 41′ ha deciso la gara.

Durante la carriera ha giocato sia col Cagliari, nel triennio 2008-2011, che con la Fiorentina, nella stagione 2011-2012 e nella prima parte dell’annata 2015/2016.

Lazzari, il Cagliari è in una situazione molto difficile e il calendario non aiuta. Quante chance ha in concreto la squadra di salvarsi?

Sì, sicuramente il calendario non è dei più favorevoli. E’ difficile dire quante possibilità abbia di salvarsi abbia perché in queste ultime giornate può succedere di tutto, vedi ad esempio il Napoli a Firenze: nessuno si aspettava quel tracollo dopo il successo in casa della Juventus“.

C’è qualcosa in particolare che non ha funzionato?

Da esterni non è facile dare un giudizio. Se si ritrovano in questa situazione sicuramente qualcosa che non è andata nel verso giusto. Starà all’allenatore e ai giocatori provare a sistemare il tutto“.

Dieci giorni fa si vociferava il possibile esonero di Lopez. Ha fatto bene il club a confermarlo?

E’ stata una scelta giusta. Da quando è arrivato aveva fatto bene, soprattutto all’inizio. In Italia purtroppo si tende a non dare continuità al lavoro. Poi quando mancano poche giornate dalla fine non si dà chissà quale scossa cambiando allenatore“.

Domenica c’è la Fiorentina. Che tipo di gara dovrà giocare il Cagliari?

Dovrà entrare in campo senza con la testa sgombra e giocare a viso aperto“.

Alla squadra di Pioli, invece, cosa servirà per corsa all’Europa League in questi restanti 180 minuti di campionato?

Affronterà squadre ancora in lotta per i rispettivi obiettivi. Sarà necessario lottare e mantenere sempre la concentrazione al 100%, se non di più“.

Oltre a Chiesa, nella viola ci sono anche Veretout e Simeone al centro di voci di mercato. Farebbero bene a restare a Firenze?

Credo che nel calcio non si possa mai sapere. Quando ci sono di mezzo i soldi poi è sempre difficile. Comunque hanno iniziato un bel percorso in viola e per me dovrebbero continuarlo“.

Fiorentina-Cagliari sarebbe stata anche la partita di Davide Astori. Lei è stato per molto tempo suo compagno di squadra in Sardegna. Che ricordo ha di lui?

Era arrivato a Cagliari assieme a me. Lo ricordo come un ragazzo sempre solare e con grandi valori della vita“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte.

Previous Dall'Inghilterra: la Juventus torna alla carica per Morata
Next Juventus, Allegri: ''Vincere non è la normalità, questi ragazzi fanno qualcosa di straordinario''