Mohamed Salah: sei nella storia della Premier League

Mohamed Salah: sei nella storia della Premier League

Inarrestabile Momo Salah, vince il Golden Boot della Premier League con ben 32 reti messe a segno in 38 partite. L'egiziano batte il record detenuto in precedenza da Shearer (Blackburn 1995/96), CR7 (M.United 2007/08), e Suarez (Liverpool 2013/14) fermi a quota 31. 

Print Friendly, PDF & Email

Inarrestabile Momo Salah, vince il Golden Boot della Premier League con ben 32 reti messe a segno in 38 partite. L’egiziano batte il record detenuto in precedenza da Shearer (Blackburn 1995/96), CR7 (M.United 2007/08), e Suarez (Liverpool 2013/14) fermi a quota 31. 

Mohamed Salah vincendo il Golden Boot colleziona il suo 35° premio stagionale grazie alle sue 32 marcature in 38 gare di Premier League, riscrivendo così il record di giocatore più prolifico, in una singola stagione, del campionato inglese. Straordinario l’egiziano, che segna la sua prima rete in campionato il 19/08/17 e da li in poi non si ferma più,  mantenendo una media score di 0,9 a match. Mattatore e condottiero del suo Liverpool che ha tanto voluto, regalando tantissime gioie sia ai tifosi che alla squadra togliendosi, anche, numerose soddisfazioni a livello individuale. I tanti riconoscimenti guadagnati vanno dal miglior giocatore della settimana e del mese, al miglior calciatore africano e dei Reds ; Quello che spicca fra tutti, però, è il titolo di Player of the Year 2017/2018. 

Cecchino infallibile sia sotto porta che dalla lunga distanza, sia di destro che di sinistro, un vero cannoniere e non solo. Salah si dimostra imprescindibile per Klopp anche come uomo assist, fornendo ben 10 passaggi cruciali per Firmino e compagni. Ancora in corsa per la scarpa d’oro, il classe 92 è al secondo posto con 64 punti, a meno quattro dall’alieno Messi (68 punti).  Continuando con qualche pillola statistica ricordiamo che in BPL è andato a segno contro tutte le compagini inglesi risparmiando solo lo United di Mou e lo Swansea. In campo europeo invece, il numero undici del Liverpool realizza ben 10 gol in 12 gare, di cui due alla sua ex Roma, nella semifinale di andata ad Anfield.

Con ancora una finale di Champions League da giocare il 26 maggio a Kiev contro il Real dei campioni, Salah può aggiornare la sua bacheca inserendo la coppa dalle grandi orecchie, che lo porterebbe alla consacrazione definitiva. Questo trofeo sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione giocata a livelli stratosferici, senza dimenticare il Mondiale di Russia 2018 che vivrà sicuramente da protagonista con il suo Egitto, sperando di raggiungere almeno i quarti.

I muri sono eretti per essere abbattuti, i sogni sono fatti per essere realizzati, la passione nasce quando c’è qualcosa in ballo che ti fa andare oltre tutto, che ti fa compiere imprese uniche e ti permette di scrivere record su record. Tutti gli appassionati di calcio hanno seguito con ardore le avventure di un egiziano che ha impressionato in passato, ma continua a stupire nel presente grazie a giocate e gol da paura. Non resta che inchinarsi davanti a questo ragazzo che  partendo dal basso, un passo alla volta, ora è diventato uno dei maggiori interpreti nel suo ruolo. Never give up Momo Salah!

Previous Mondiali, Brasile: Ecco i 23 convocati da Tite, clamorosa esclusione per Alex Sandro
Next Italia, ufficiale: Mancini nuovo ct