Islanda, il sogno è realtà: il mondiale russo ti aspetta

Islanda, il sogno è realtà: il mondiale russo ti aspetta

I sogni son desideri, e i desideri a volte nella vita si avverano. La nazionale di calcio islandese, da più di un anno a questa parte sta vivendo un momento magico, arrivato al culmine dopo aver raggiunto la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.

La sorpresa di Euro 2016

La prima edizione dell’europeo a 24 squadre, ha aperto la strada a diverse nazionali che, essendo anche storicamente di minore importanza sportiva, hanno avuto l’occasione per mettersi in mostra davanti ai top team. Il cammino dell’Islanda ad Euro 2016 è sicuramente uno dei più rocamboleschi e entusiasmanti del torneo. Prima di approdare in Francia però, la formazione di Hallgrimsson ha fatto fuori l’Olanda, soffiandole il secondo posto che garantiva la qualificazione. Alla prima gara ufficiale in un europeo, gli islandesi riescono a bloccare il Portogallo di CR7, futuro campione d’Europa, sull’1-1 conquistando un punto storico. La storia però non finisce qui e nelle successive due partite i punti raccolti sono ben 4, a seguito di un pareggio contro l’Ungheria ed una vittoria allo scadere contro l’Austria. Sembra già un sogno ma l’Islanda non ha intenzione di fermarsi. Agli ottavi becca l’Inghilterra che, sembra già convinta di avere la qualificazione in tasca. Tutto ciò non avverrà poichè gli inglese, dopo il gol siglato da Rooney, verranno sconfitti dalle reti di Sigurðsson e  Sigþórsson. Il sogno di una delle nazioni meno popolose d’Euopa (circa 300.000 abitanti), viene interrotto dalla Francia, che con un 5-2 manda a casa una delle dolci sorprese del torneo.

Il sogno continua: l’Islanda è al Mondiale

Dopo la favola europeo, un girone di ferro aveva compresso il sogno mondiale dell’Islanda. Il sorteggio dei gironi mise in difficoltà, almeno sulla carta, la nazionale nordeuropea che, pescò squadre più blasonate come Croazia e Ucraina. Tutto ciò non destò preoccupazione ai caparbi islandesi, i quali sul campo dimostrarono tutto il loro valore. In 10 partite i punti conquistati sono 22, con 7 vittorie, 1 pareggio ed una sconfitta. Con questi dati l’Islanda supera in classifica la Croazia, seconda della classe costretta a disputare i play-off. I croati sono stati bloccati nel penultimo turno dalla Finlandia, perdendo il primato passato in mano ai rossoblu, capaci di coronare il sogno del mondiale 2018, il primo della loro storia. La Russia è lì, l’Islanda ha già dimostrato tanto, il sogno mondiale può essere vissuto e chissà se ne vedremo delle belle…

Vuoi essere sempre aggiornato ?

Previous Galles, Coleman dopo l'eliminazione: "Non so se resterò ct del Galles"
Next Roma vs Napoli, nessun anticipo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply